CIBO PER LA MENTE

Un appello e un progetto della filiera agroalimentare italiana rivolto ai decisori europei per sensibilizzare l'opinione pubblica e le istituzioni sulla necessità di investimenti in innovazione e ricerca nel campo dell'agricoltura e dell'industria alimentare.

Un progetto Haiku RP Srl - P.IVA 06416300967

Privacy Policy | Cookie Policy

CIBO PER LA MENTE | CHI SIAMO

Un appello per il futuro dell'agricoltura e dell'industria alimentare  

La filiera agroalimentare italiana ha rivolto un appello ai decisori europei, riassunto nel Manifesto: "Cibo per la mente: le sfide del sistema europeo" per sensibilizzare l'opinione pubblica e le istituzioni sulla necessità di investimenti in innovazione e ricerca nel campo dell'agricoltura e dell'industria alimentare.


Il Manifesto, presentato il 5 settembre 2017 alla Camera dei Deputati, è stato sottoscritto ad oggi da 14 associazioni legate al settore agroalimentare (Aisa, Agrofarma, , Assalzoo, Assica, Assitol, Assobiotec, Assofertilizzanti, Assosementi, CIA, Confagricoltura, UNAItalia, Uniceb, Unionzucchero, Compag).

 

L'appello è stato accolto dal ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina che, in un videomessaggio ha sottolineato "l'impegno affinché l'Italia diventi nel giro di qualche anno uno dei Paesi guida in ambito europeo per lo sviluppo delle tecnologie legate all'agricoltura di precisione. Obiettivo - ha annunciato il Ministro - arrivare al 10% della superficie agricola italiana coltivata anche grazie alle tecnologie legate all'agricoltura di precisione". 

Le sfide chiave del progetto vanno dal garantire l'approvvigionamento alimentare alla creazione di posti di lavoro per sostenere la crescita, dalla salvaguardia dell'ambiente alla sicurezza alimentare. E il tutto passa attraverso la promozione dell'innovazione e della sostenibilità. La portavoce del progetto Cibo per la mente è Deborah Piovan.