CIBO PER LA MENTE | CHI SIAMO

Un appello per il futuro dell'agricoltura e dell'industria alimentare  

La filiera agroalimentare italiana ha rivolto un appello ai decisori europei, riassunto nel Manifesto: "Cibo per la mente: le sfide del sistema europeo" per sensibilizzare l'opinione pubblica e le istituzioni sulla necessità di investimenti in innovazione e ricerca nel campo dell'agricoltura e dell'industria alimentare.


Il Manifesto, presentato il 5 settembre 2017 alla Camera dei Deputati, è stato sottoscritto ad oggi da 16 associazioni legate al settore agroalimentare (Aisa, Agrofarma, , Assalzoo, Assica, Assitol, Assobiotec, Assofertilizzanti, Assosementi, CIA, Confagricoltura, UNAItalia, Uniceb, Unionzucchero, Compag, API, Copagri).


Le sfide chiave del progetto vanno dal garantire l'approvvigionamento alimentare alla creazione di posti di lavoro per sostenere la crescita, dalla salvaguardia dell'ambiente alla sicurezza alimentare. E il tutto passa attraverso la promozione dell'innovazione e della sostenibilità. La portavoce del progetto Cibo per la mente è Deborah Piovan.